Finita l'estate il Sole transita nella Vergine. L'individuo nato in questo periodo è tradizionalista e conservatore sia nel pensiero sia nella quotidianità. Non butta mai via niente. E' preciso, pignolo, attento ai dettagli, ai particolari al punto da perdere la visione di insieme delle cose per fissarsi ostinatamente su un dettaglio trascurabile ... ma non per lui.
Intellettualmente molto dotato cerca di razionalizzare anche la fantasia con senso critico e metodo. Timido e riservato tende a sottovalutarsi e a sottovalutare le proprie potenzialità di destino. Parco in ogni sua manifestazione, ha orrore degli eccessi. Timoroso dell'avventura privilegia il "posto fisso" che può conservare per tutta la vita. Riesce a realizzare i suoi obbiettivi con tenacia e spirito di sacrificio. E' un doverista. Non lascia la scrivania se non ha finito tutto quello che voleva fare. Pochi amici, selezionatissimi e leali, lo accompagnano per tutta la vita. L'uomo Vergine è un compagno esigente e critico. La sua riservatezza lo fa apparire freddo, le attenzioni per la sua compagna volgono al concreto. La donna Vergine non si lascia travolgere dalla passione. E' lucida, ragionatrice, con poca autostima. Fa appello alla garbata seduzione per rendersi più appetibile. Dotata di manualità può distinguersi in lavori sartoriali e di bricolage.
La pietra per i nati sotto questo segno è il Quarzo rosa. Pietra che aiuta a liberarsi dalle rigidità e dal perfezionismo, ad essere più comprensivi che critici, a vivere le emozioni lasciando da parte i timori.
Le pietre aiutano a “sciogliersi” ed esprimere le emozioni, a “vedere rosa”. E' la pietra “del cuore”, consigliata a chi soffre di carenze affettive. Ma aiuta anche a vivere al meglio i rapporti sentimentali esistenti, promuovendo una profonda comprensione dell'altro e un senso di solidarietà autentica.